le attività

la scuola

La Società Ippica Torinese ha tra i suoi scopi, istituzionali, l'insegnamento dell'equitazione in particolare a bambini e ragazzi e offre attività diverse a seconda dell'età e delle esigenze. Il nostro Centro Ippico dispone di cavalli opportunamente addestrati, di strutture e attrezzature adeguate per principianti (scaletta per salita, cap omologati,..) e di una idonea polizza assicurativa per la responsabilità civile. La Scuola Cavalli della SIT svolge dalla messa in sella all’equitazione di base con particolare attenzione per l’avviamento al salto ostacoli, fino a seguire le prime attività agonistiche dei suoi allievi per le quali la società offre anche pony e cavalli in affido. La scuola di equitazione della SIT è convenzionata con il CUS Torino -  Centro Universitario Sportivo torinese e con il Comune di Orbassano.

 

il pony club

 Il Pony Club della Società Ippica Torinese è nato nel 1989. Numerosi sono i nostri piccoli cavalieri che oggi partecipano alle manifestazioni equestri; gli allievi che non possiedono un pony proprio hanno ugualmente la possibilità di partecipare alle gare utilizzando i nostri pony. La Società Ippica Torinese dispone di pony atti a svolgere tutte le discipline: scuola principianti, pony games, horseball, ginkana, e salto ostacoli. La scuola pony è convenzionata con numerose scuole e enti pubblici. La lezione di prova è gratuita e si può prenotare direttamente alla segreteria della SIT. Durante le vacanze estive vengono organizzate settimane e giornate “full immersion” ove l’istruttore coaudiuvato da un assistente svolgerà un programma giornaliero con varie attività. 

 

Sia l'attività della scuola cavalli sia quella del pony club sono riservate esclusivamente, come previsto dalla Statuto della società, ai soci, agli associati e comunque ai tesserati FISE.

l'agonismo

Lo staff tecnico della società si occupa della preparazione dei cavalieri soci ed associati della SIT e dei relativi cavalli di proprietà dal livello brevetto ai II gradi con esperienza e con passione. Particolare attenzione viene posta al benessere degli animali, alla loro preparazione atletica, dal lavoro in piano al lavoro sul salto, non trascurando certo l'insegnamento volto a migliorare i loro cavalieri. La ricerca continua alla formazione del binomio prevede anche un'attenta pianificazione dell'attività agonistica da svogersi durante tutto l'arco dell'anno sui campi di gara nazionali ed internazionali. 

I soci hanno anche a disposizione l'esperienza dei nostri istruttori e dei nostri groom specializzati per monitorare, l'alimentazione, la salute e la gestione del proprio compagno di gare.

 

l'ippoterapia

 

La società presta le sue strutture all’associazione A.P.R.E.S. per svolgere attività di rieducazione equestre (ippoterapia) per bambini e ragazzi con disabilità motoria e psicofisica.

L'A.P.R.E.S. ha costituito una Equipe multiprofessionale specializzata in Riabilitazione  Equestre che si occupa dei progetti riabilitativi, della formazione degli operatori, dei tirocinanti e dei volontari e del sostegno alla genitorialità per le famiglie dei minori coinvolti nelle attività

In particolare il "progetto SIT" è  destinato ai i più piccoli, con i pony e i mini pony si accolgono i bambini a partire dai 4 anni.

... e in fondo...

“Lo spirito di cavalleria è la cosa che impedisce al cavallo di scommettere sulle persone” (W.C. Fields) 

 “Il cavallo, come ognuno sa, è la parte più importante del cavaliere” (Jean Giraudoux) 

“Le persone a cavallo hanno un aspetto migliore di quello che sono. Le persone in auto sembrano peggiori di quello che sono” (Marya Mannes) 

“I cavalli davanti mordono, di dietro scalciano e in mezzo sono scomodi” (Ian Fleming) 

“Ben più antica delle società sorte tra gli uomini per la protezione degli animali, esiste tra i cavalli una Società internazionale per la difesa dei cavalieri.. Essa vanta al suo attivo più salvataggi umani di quanti se ne possa attribuire la nostra tecnica dell’equitazione. Poiché tutti i cavalieri del mondo vi sono automaticamente assicurati, ciascuno dovrebbe nel pericolo affidarsi al cavallo e non impedirgli di compiere i suoi obblighi sociali” (Federigo Caprilli) 

 "Data la carenza di persone eccezionali i monumenti del futuro avranno solo i cavalli!” (Rastko Zaki)